Lentamente

Ecco.  Altri due. Chissà cosa vogliono. Si sfiorano la mano. Si guardano con intensità. Si spingono.  Pianta.
Muovo le mie mani lentamente, molto lentamente. Uova.
Loro mi guardano. Sembrano ansiosi. Hanno fretta. Sono infastiditi dalla mia lentezza. Io mi diverto. Loro sbuffano. Lei si agita. Iniziano a scambiarsi sorrisini ironici. Lei si avvicina all’orecchio. Gli dice qualcosa. Lui annuisce. Loro sbuffano.  Assorbenti.
Continuano a guardarsi. Fanno progetti per la serata. Tacciono. Sono insieme da tempo. Si vede. Parlano della pianta della mamma. Io gli infastidisco. Vogliono scappare da me. Velocemente.  A occhi bassi muovo le mie mani lentamente. Bicchieri per tre.
Lei inizia a muoversi a dimenarsi. Lui muove agitatamente la gamba. Porta avanti e indietro il suo ginocchio. Lei lo tocca. Lui la guarda. Loro mi guardano. Muovo le mani lentamente. Lentamente. Vogliono fuggire. Non gradiscono la mia lentezza. Hanno fretta. Per  cosa. Vino per due.
Mi alzo vado da Veronica. Lei sbuffa. Lui le dice che sarebbe stato meglio andare altrove. Lei si sente offesa. Lui sbuffa. Parlo con Veronica. Torno. Non si parlano più. Non si guardano più.  Sbirciano me e guardano altrove. Torno  lentamente.   Mi siedo lentamente. Muovo le mani lentamente. Pomodori.
Lei lo guarda male. Lui sbuffa. Lei sbuffa. Lui muove il ginocchio avanti e indietro. Lei gioca con la borsa.
Ventinove e settantacinque.

A voi Furia la cassiera.

Annunci

13 pensieri su “Lentamente

  1. Non saprei, ma se mi dici così ti credo. L’ “intento” voleva essere esattamente quello di creare un contrasto tra titolo, quello che dice il “personaggio” e il modo in cui si sviluppa la pseudo storia.
    Sono affezionata a questa post in quanto nasce spontaneamente mentre guardavo la cassiera. Mi ha colpito la sua lentezza, sembrava che ritenesse stupido tutta quella fretta che la circondava. Diciamo che mi è sembrata una specie di icona anacronistica della Lentezza, e l’ho ammirata giuro.

  2. Non saprei, ma se mi dici così ti credo. L’ “intento” voleva essere esattamente quello di creare un contrasto tra titolo, quello che dice il “personaggio” e il modo in cui si sviluppa la pseudo storia.
    Sono affezionata a questa post in quanto nasce spontaneamente mentre guardavo la cassiera. Mi ha colpito la sua lentezza, sembrava che ritenesse stupido tutta quella fretta che la circondava. Diciamo che mi è sembrata una specie di icona anacronistica della Lentezza, e l’ho ammirata giuro.

  3. Che indirettamente tu gli abbia rovinato un programmino interessante per la serata?
    e che forse la pianta della mamma era solo una copertura per dire a lei che il tipino aveva in realtà acquistato 3 etti di fumo da spippacchiare durante l’evento?
    e quel ginocchio avanti e indietro?!
    ..tic nervoso?dipendenza da cocaina?
    ..uhm..io avrei scavato più a fondo,anche perchè mi hai fatto venire la curiosità..
    Tra un assorbente e un uovo sodo,i due avranno consumato?!
    :mrgreen:
    Fabio.

  4. Che indirettamente tu gli abbia rovinato un programmino interessante per la serata?
    e che forse la pianta della mamma era solo una copertura per dire a lei che il tipino aveva in realtà acquistato 3 etti di fumo da spippacchiare durante l’evento?
    e quel ginocchio avanti e indietro?!
    ..tic nervoso?dipendenza da cocaina?
    ..uhm..io avrei scavato più a fondo,anche perchè mi hai fatto venire la curiosità..
    Tra un assorbente e un uovo sodo,i due avranno consumato?!
    :mrgreen:
    Fabio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...