Pudore ( A mia mamma)

Scusa il disordine.
Lo scompiglio.
Il travaglio e  il vuoto.

Il poco gusto nel vestirmi nuda
E mostrarmi a te.
Così come
Sono.

La mancanza di
Pudore
Nel non celarti
Le mie macerie.

Perdona il mio cieco silenzio
Così mediocre.

Le lacrime che attraversano questo
Foglio.
La sofferenza che ne fa da
Cornice.
Le mie mani che tremano.
Il mio corpo che cade.

Non sai quanto male fa distruggermi
Così
Davanti ai tuoi occhi.
Farti vedere come mi sgretolo
Come lentamente mi spengo.

Fa male.

Ma sono senza pudore.

Annunci

2 pensieri su “Pudore ( A mia mamma)

  1. L’ho vista nascere questa perdonami il termine poesia, e la trovo meravigliosa. Espresso tutto il dolore di chi non riesce più a mascherare il suo dolore. Bella, bella, bella.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...