Sognavamo l'eterno

Ci penso spesso. E più che il mio pensiero ripercorre questi percorsi,  e più che mi convinco di quanto sia elitario l’Amore. Non da tutti. Di tutti può essere l’amore, le passioni, tutto ciò che compete il magnifico mondo delle lettere minuscole. Ma il mondo della maiuscole è di pochi. Di pochissimi. E l’Amore è l’antonomasia della maiuscole.

Non mi resta che capire se appartengo al popolo degli eletti. Se riesco a cogliere le maiuscole. Ho il terrore, a volte certezza, che non sia così. So solo che ho avuto a un certo punto la forza di sognare l’eterno permeato di un tremulo presente. Non ho mai capito se fosse mera follia, ardente desiderio, o concreta realtà. Sta di fatto che noi l’eterno l’abbiamo sognato, immaginato, forse cercato.  Insieme.
Davvero.

(Come nel suo stile, tipicamente Tricaresco,  una canzone semplice e immensa.)

Advertisements

Un pensiero su “Sognavamo l'eterno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...