Questioni delicate. Ovvero potrebbero i dinosauri tornare utili agli esseri umani? Si dibatta.

In una galassia lontanissima dalla nostra via Lattea, dal nome impronunciabile, che non pronuncerò per non scombussolare le corde vocali del lettore, vi è un pianeta molto simile alla terra, in cui vivono degli esseri viventi in tutto e per tutto simili agli uomini. Essi sono bipedi, biocchi, mononasati, biorecchiati, multicapelluti, bimanati, etc. etc. Esattamente come gli uomini. Questo per la scarsità di immaginazione di chi scrive e perché non ci si può liberare dell’antropocentrismo così ta ta, in un attimo.

Sembra strano, e chi scrive ci tiene abbastanza ai collegamenti causa-effetto da non potere fare le ipotesi strane che vorrebbe fare, ma su questo pianeta ci vivono, oltre agli uomini2, proprio gli animali estinti dalla nostra Terra. Non è bellissimo dire “la nostra Terra”? E i panda. Sul perché i panda siano di già lì, non ci sono ipotesi plausibili, ma a chi scrive sembra una profezia brutta brutta per la nostra Terra.

E’ pieno, per dire, di dinosauri e mammut. Sono civilizzati, eh. Non si pensi che il pianeta sia in discordia, anzi, pur essendo gli abitanti principali simili in tutto e per tutto agli uomini, si potrebbe dire, senza temere di offendere la verità, che vi regna una sostanziale pace. Questo da molto tempo, così tanto tempo che questo pianeta dal nome impronunciabile non ha avuto nessuno che dicesse agli uomini2 “vi porto la pace, vi do la mia pace”, ché loro la pace già l’avevano.

Gli animali, anche quelli enormi e pericolosi, sono a servizio dell’uomo,come quasi tutto il resto del creato, a parte i panda, che sono a servizio solo di se stessi, e che su questo pianeta, a quanto pare, hanno i bollori e non fanno altro che riprodursi. Chi scrive è commosso in particolar modo dal ruolo dei dinosauri: per lo più essi sono utilizzati come steward negli stadi, perché anche lì- dove regna la pace- senza i dinosauri, ci sarebbe il problema delle tifoserie violente, ma ci sono i dinosauri sicché.

Descrivere la vita su questo pianeta è complicato e richiede molto tempo, di particolare interesse per noi uomini1 sarebbe analizzare come sia possibile la pace pur essendoci violenza, e chi scrive lo farà molto presto, ma adesso ha un appuntamento dal dottore quindi deve scappare e lasciare il lettore con l’amaro in bocca. Ohi, quanto mi pesa.

Una cosa la si deve dire però, perché è la cosa che più ci ha colpito degli uomini2: essi non si salutano come fanno gli uomini1, stretta di mano, bacini, etc. etc.; essi si vedono, fanno uscire gli occhi dalle orbite- più gli occhi escono e più sono felici di vedersi- si avvicinano l’un l’altro, si girano di schiena e si salutano dandosi un colpo di fondoschiena. Shakerano i culetti. E’ divertentissimo, dovremmo copiarli. Ma la cosa ancora più sorprendente è che, una volta shakerati e scontrati i deretani, a seconda della tonicità dei glutei, essi capiscono lo stato d’animo dell’altro e si dicono cose nella loro lingua strana, che ci sentiamo di tradurre con “Oh amore! Come sei floscio oggi…”  

12 pensieri su “Questioni delicate. Ovvero potrebbero i dinosauri tornare utili agli esseri umani? Si dibatta.

  1. Lo ammetto a me piace tutto di te anche quando sei in preda ad un delirio fantasioso e non per questo senza senso compiuto. Shakerare i culetti sarebbe la cosa più compiutamente sensata, tanto che ci farei una petizione, che so che ti garbano assai, qui da noi, fra gli uomini1. Però si capisce che i Panda sono i predestinati…quelli più uguali degli altri! Viulenzaa! :*

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...