Dediche

Sto leggendo  “La conquista dell’America” di Cvetan Todorov, che è un libro sulla conquista dell’America appunto, parla del più grande genocidio della storia dell’umanità, maya, aztechi, Colombo, Cortes, ma principalmente parla dell’Altro.  Ma questa non è una recensione, per carità. Diego de Landa, che senza offendere nessuno si potrebbe definire un uomo di merda, vescovo ai tempi, è noto per avere distrutto  quasi tutto il patrimonio culturale dei Maya, ma anche (contrappasso io ti amo) per avere scritto un’opera fondamentale per la conoscenza dei Maya stessi che si chiama  “Relazione sullo Yucatan”, siamo nel 1566.  Da qui parte il libro di Todorov, citandone un passaggio.

“Il capitano Alonso Lopez de Avila aveva fatto prigioniera, durante la guerra, una giovane indiana, donna bella e graziosa. Costei aveva promesso al marito, il quale temeva di poter essere ucciso in guerra di non appartenere ad altri che a lui; ed essa preferì perdere la vita piuttosto che farsi macchiare d’infamia da un altro uomo. Per questo fu data in pasto ai cani.”

Poi così:

Todorov_ Dedica

 

 

4 pensieri su “Dediche

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...